Giornata sulla neve

La nostra giornata sulla neve, il 9 marzo, è iniziata con Orienteering: un’attività piacevole e divertente che ci ha permesso di riscoprire il piacere del lavoro di squadra. Il percorso era un po’ faticoso, ma in buona compagnia, tutto è sembrato più facile: c’era chi usava le mappe per scivolare meglio sulle discese di ghiaccio, chi perdeva le scarpe nella neve, chi rimaneva incastrato nella neve troppo alta con una o due gambe, chi scivolava sulle lastre di ghiaccio. Tutto ciò rendeva l’attività ancora più divertente e leggera: ridere con i propri compagni è stata un’emozione bellissima.                                                                          

Con la propria squadra è stato possibile condividere molto: dall’unica barretta al cioccolato a disposizione, alla voglia di vincere e, infine, delle bellissime emozioni che sono state uniche visto il lungo periodo di chiusura che abbiamo vissuto a causa del Covid-19. 

Terminata l’attività di Orienteering, i ragazzi che avevano fatto bob all’inizio sono andati a fare Orienteering, e viceversa.                                                            

Anche sfrecciare con il bob è stata un’attività divertente. Una delle tante cose che ha fatto riaccendere la voglia di stare insieme è stato scendere tutti insieme dalla discesa con il bob: c’era chi partiva prima e chi dopo, chi cadeva a metà strada e chi non riusciva a frenare, ma proprio grazie a questo, la voglia si è riaccesa, perché ridere tutti insieme è stato fantastico.                                          

All’ora di pranzo tutte le classi si sono ritrovate davanti al bar per mangiare e tra condivisione e scambio di cibo, abbiamo parlato e scherzato un po’ tutti con tutti.

In seguito abbiamo assistito a delle fantastiche partite di tiro alla corda, e a delle epiche gare di corsa con i sacchi. Durante il tiro alla corda ci siamo divisi maschi contro femmine e, tra sguardi di sfida e ricerca di coordinazione, l’unica cosa che contava in quel momento era vincere la competizione. Al termine dell’attività, si è dato il via alla corsa con i sacchi: tra cadute memorabili e risate a non finire, anche qui l'obiettivo era la vittoria. 

La giornata si è conclusa al meglio, e quando siamo risaliti in pullman l’atmosfera era tutta un’altra cosa rispetto a quella dell’andata: alla partenza eravamo tutti assonnati e non in molti parlavano, mentre al ritorno avevamo tutti un sorriso stampato sul viso, sicuri di aver trascorso una giornata bellissima in compagnia dei nostri compagni di scuola. Senza mascherine a coprirci il viso, ci siamo finalmente guardati, abbiamo riscoperto i sorrisi che da tempo non vedevamo ed è stato come riacquistare parte del tempo che abbiamo perso. Tra chiusure in casa e mascherine obbligatorie, abbiamo perso molto, troppo tempo che avremmo potuto trascorrere insieme: per questo motivo la gita sulla neve per molti di noi non è stata una semplice gita, ma un modo per condividere del tempo prezioso insieme. 

Durante la giornata avevamo tante cose in testa: dal fare altre discese con il bob, al voler provare lo sci di fondo, ottenere la rivincita al tiro alla corda e di certo la crema solare era uno dei nostri ultimi pensieri, anzi forse non lo era nemmeno. L’unica cosa che volevamo fare durante questa giornata era divertirci. E come molti di noi hanno notato quando sono tornati a casa, eravamo tutti rossi in faccia. Allora cogliamo l’occasione, cerchiamo il lato positivo di queste scottature: quando tornate a casa guardatevi allo specchio e nel momento in cui noterete le macchie rosse che avete in viso sorridete perché sono il ricordo di una giornata fantastica trascorsa tutti insieme. 

Perché, come disse Charles Spurgeon: “Non è quanto abbiamo, ma quanto ci godiamo, che fa la felicità”. 

Si ringrazia la Comunità Vallelaghi per il prezioso contributo.                                                                                                                                                                                                                                                                           

Sara - 3B SSPG Vezzano



Nasce Radio Pianeta 3

NASCE RADIO PIANETA3: la web radio che racconta le relazioni tra gli esseri umani e la Terra insieme ai ragazzi.

 

Il 22 e il 25 febbraio la classe 3C di Vezzano, insieme al proprio professore Andrea Tarantello, ha partecipato alla realizzazione di un progetto chiamato Web Radio Pianeta3. Questo progetto promosso dall’APPA, l’Agenzia Provinciale per la Protezione dell’Ambiente, rientra negli obiettivi di “Sviluppo Sostenibile” di Agenda 2030.

E’ un'iniziativa sperimentale, infatti comprende poche classi all’interno del Trentino e noi abbiamo avuto la fortuna di poter prenderne parte.

Che cos’è Radio Pianeta 3?

È la web radio tematica che parla di ambiente, costruita insieme ai ragazzi delle scuole secondarie del Trentino.

Viviamo sul terzo pianeta del sistema solare, ma noi italiani consumiamo come se avessimo tre pianeti a disposizione.

Per questo si chiama Radio Pianeta3 la web radio nata per raccontare la relazione tra gli esseri umani e il pianeta nel quale viviamo. Una radio che guarda al futuro e racconta i segnali che la Terra ci invia nel presente.

Microfoni Fusi sarà la prima trasmissione della radio.

Noi ragazzi di 3C abbiamo partecipato a 2 incontri via Meet insieme all’esperto Gabriele Bertacchini di Ambios che ci ha parlato dell’innalzamento delle temperature e della perdita della biodiversità nel nostro ecosistema a causa del cambiamento climatico.

Gabriele ci ha spinti a fare delle riflessioni riguardanti gli argomenti che ha trattato nell’incontro. In seguito ognuno di noi ha preparato almeno una domanda, una riflessione e  una notizia e una buona pratica.

Tutto questo materiale verrà trasmesso e pubblicato sul sito della web radio. Le trasmissioni inizieranno il 15 marzo e avranno cadenza settimanale, durante questi interventi tenuti dagli esperti verranno lette le domande e i lavori realizzati da noi.

Qui di seguito potrete trovare alcuni interrogativi che ci siamo posti e di cui aspettiamo risposta nella trasmissione:

  1. Cosa possiamo fare per compensare le emissioni di CO2? 
  2. L’uso di dispositivi elettronici ha effetti sul clima? 
  3. I cambiamenti climatici sono solamente di origine antropica o ci sono altri fattori oltre all’azione dell’uomo che influenzano il riscaldamento globale? 
  4. L’umanità sarebbe in grado di riportare tutto o quasi come prima?

 

Seguici e scopri il nostro lavoro collegandoti al link della radio:

https://www.radiopianeta3.it/

Il tutto è ascoltabile liberamente su www.radiopianeta3.it, Spotify, Spreaker e sulle principali piattaforme di podcast.

Progetto Civit@S Tecnologica

 

Noi, sei alunne tre di 3^ A e tre 3^ B, abbiamo partecipato al progetto Civit@s Tecnologica che consisteva nell’insegnare agli anziani l’uso dello Smartphone. L’iniziativa è stata organizzata da Roberto Casagranda. Ci hanno accompagnato e aiutato anche Riccardo, Sergio e il nostro professore di tecnologia, Marco Tassan. 

Questo progetto si è suddiviso in sei incontri: nei primi due abbiamo fatto con l’aiuto degli esperti un ripasso sulle possibili informazioni da insegnare.

Nei due incontri successivi invece, abbiamo incontrato il primo gruppo di anziani. Ci siamo trovate subito molto bene. Le persone erano contente del nostro aiuto e ben disposte a imparare. Ci hanno posto molte domande, a cui abbiamo saputo volentieri rispondere. Erano molto interessate a apprendere nuove competenze.

Infine, nei restanti due incontri, abbiamo assistito il secondo gruppo. Anche questo è stato un bellissimo momento in cui abbiamo potuto aiutare gli anziani e dar loro qualche piccola “dritta” che hanno trovato certamente utile.

Secondo noi è stata un’esperienza fantastica. E’ stata un’ottima occasione per interagire con altre generazioni, che, altrimenti, difficilmente avremmo conosciuto, soprattutto a causa della recente pandemia.

Inoltre, non abbiamo solo fatto da insegnanti agli anziani, ma abbiamo parlato con loro: li abbiamo conosciuti come persone. Ci hanno raccontato della loro vita e della loro famiglia. 

In conclusione pensiamo sia stato uno scambio davvero intenso e fruttuoso per entrambi i partecipanti e crediamo che questo progetto sia un'iniziativa che sarebbe bello portare avanti. 

Ringraziamo tutti per l’opportunità.

Guarda qui le nostre foto.

Le alunne della scuola secondaria di Vezzano.

  



I vincitori del concorso "Sulle ali del vento 2021"

Sono Oscar e Rachele i vincitori del concorso poetico “Sulle ali del vento: la poesia prende la penna!” 2021.

Il concorso è organizzato dalla Commissione culturale intercomunale della Valle dei Laghi e ogni anno assegna dei premi a coloro che si distinguono nelle quattro sezioni: 

  • A - Poesia in lingua italiana a tema libero;
  • B - Poesia in dialetto trentino a tema libero;
  • C - Poesia dedicata alla Valle dei Laghi, sia in dialetto che in lingua italiana “Premio Norma Bortoli”.

Quest’anno sono stati scelti e premiati i componimenti dei nostri compagni.Vi lasciamo qui sotto la possibilità di leggere le poesie vincitrici, cliccando sui titoli:


Questa è l'ora

Il mio nonno Mario

 

E ancora complimenti ai nostri due vincitori!



Uscita di socializzazione classe 1B

A ottobre 2021 siamo andati in gita di socializzazione, come occasione per fare amicizia.

Siamo partiti la mattina diretti a Calavino, per poi tornare il pomeriggio.

Abbiamo preso la strada che passa per Lusan, un’area di Vezzano. Era una giornata di sole, la nostra prof. di scienze ci ha indicato alcuni alberi, spiegandoci come capire quanti anni avevano.

Quando siamo arrivati al parco di Calavino abbiamo fatto merenda con ciò che ci eravamo portati da casa. Poi abbiamo giocato usufruendo anche dei giochi del parco.

Dopo pranzo abbiamo fatto un gioco dove eravamo tutti in cerchio e solo uno di noi stava in mezzo. Quello che stava in mezzo doveva imitare un animale e tutti gli altri dovevano cercare di indovinarlo.

Poi però è giunto il momento di tornare a scuola: abbiamo preso un’altra strada e ci siamo incamminati.

Quando siamo tornati a scuola eravamo stanchissimi, ma felici.

E’ stato bello partecipare all’uscita: abbiamo avuto tempo per conoscerci e per stare insieme. Sarebbe bello avere più momenti così durante l’anno. Noi ragazzi ne saremmo davvero felici.

Anna, Classe 1B -  SSPG Vezzano

News dalle scuole

Progetti della scuola

Ottobre 12, 2020

PON

in PON

by Alice Pisano

Il nostro Istituto ha partecipato all'avviso pubblico per la realizzazione del PON "Smart class" per…
© 2019 Istituto Comprensivo Valle dei Laghi-Dro, Vezzano via Roma, 3 - 38096 Vallelaghi TN. Cod. fisc. 96056790221. Designed by Alice Pisano. Tutte le immagini utilizzate nel sito provengono da https://pixabay.com/it/.