Gita a Padova

Il giorno 31/05/2023 noi della classe 2B della scuola secondaria di primo grado di Vezzano siamo andati in gita a Padova, insieme alla classe 2A.

Ci siamo ritrovati nel parcheggio della scuola alle ore 7:15, quando siamo saliti su un autobus privato che ci ha portato fino a Padova. Ci abbiamo impiegato circa due ore e mezza. Dopo esserci separati dai nostri compagni di 2A, che hanno affrontato un percorso differente, ci siamo messi in marcia.

La nostra prima visita è stata all’Orto Botanico dell’Università, dove abbiamo potuto osservare moltissime specie diverse di piante, incluse le piante esotiche (piante provenienti da altre parti del mondo).

Subito dopo questa interessantissima visita siamo andati a Palazzo Bo (che significa palazzo del Bue), dove abbiamo incontrato la nostra guida, un giovane ragazzo che studia al suo interno.

Prima di tutto ci ha spiegato la storia di questo posto e il fatto che il preside attuale, per la prima volta nella storia di questo istituto, è una donna.

Dopo questa veloce spiegazione siamo entrati. Lungo tutte le pareti ci sono molti stemmi dei vari presidi che hanno lavorato e insegnato in questa scuola.

Degno di interesse è il fatto che qui è stato insegnante Galileo Galilei: è persino presente una sua vertebra lombare e la sua cattedra personale, completamente in legno.

Abbiamo anche visto il teatro anatomico, luogo in cui venivano dissezionati i corpi dei morti e in cui, sporgendosi dai palchi circostanti, gli studenti potevano osservare le lezioni di anatomia.

Conclusa la visita, siamo andati a mangiare il nostro pranzo al sacco ai Giardini dell’Arena, un grande parco cittadino.

L’ultima tappa è stata alla Basilica di Sant’Antonio, il patrono della città. Dopo aver ricevuto delle radioline, abbiamo seguito ed ascoltato frate Alessandro, che ci ha raccontato la storia della chiesa e degli architetti che l’hanno costruita, spiegandoci che al suo interno sono presenti ben due cicli di affreschi dichiarati patrimonio mondiale UNESCO.

La parte migliore è stata vedere la lingua e l’apparato vocale di Sant’Antonio custoditi in una parte della chiesa accessibile ai visitatori.

Prima di salire in autobus abbiamo preso un gelato alla gelateria Portogallo (molto buono).

Durante il ritorno abbiamo cantato a squarciagola tante canzoni, guidati dal nostro compagno di classe Aleksey.

Questo viaggio secondo noi è stato molto istruttivo, interessante e divertente. Noi vi consigliamo calorosamente di visitare questa città.

Mattia, Alex e Tiziano  

2B SSPG Vezzano