Dalle mucche ai formaggi: sarà questa la Via Lattea?

Venerdì 28 aprile noi della classe 1^B delle SSPG di Vezzano abbiamo assistito alla presentazione del progetto “Dalle Mucche ai formaggi”, durante la quale abbiamo scoperto il legame che esiste tra il nostro territorio e la produzione dei formaggi. Per prima cosa l’esperta Stefania De Carli, che ha condotto l’attività a scuola, ci ha fatto riflettere sul problema dell’abbandono delle coltivazioni agricole in montagna. Infatti in passato l’uomo con la sistemazione in “terrazzamenti” del terreno agricolo, operata grazie alla costruzione di muri a secco, contribuiva alla cura del paesaggio montano. 

L’esperta ci ha poi spiegato che per preservare la bellezza del nostro territorio c’è bisogno anche degli animali, soprattutto dei ruminanti come mucche, capre e pecore. Questi animali si trovano al pascolo sui monti solo d’estate, perché in inverno sarebbe troppo freddo. 

Il trasporto del bestiame dalla stalla alla montagna si chiama “monticazione”; il periodo che trascorrono i bovini ad alta quota ha il nome di “alpeggio”. Dove ogni allevatore si appoggia ad una malga che è composta, la maggior parte delle volte, da un edificio per lui e una stalla per custodire gli animali. Mentre il ritorno in valle si chiama “demonticazione”. 

Le mucche al pascolo godono di un particolare benessere e di un’alimentazione naturale che gli consentono di produrre un latte di elevata qualità! 

Il latte, bisogna sapere, che è composto da acqua, grassi, zuccheri, proteine e sali minerali; per questo motivo è considerato per gli uomini un alimento completo, perché ricco di molti importanti nutrienti. Esso, in commercio, si può trovare fresco-pastorizzato o a lunga conservazione (UHT), quest’ultimo viene trattato a un’altissima temperatura per pochi secondi. 

Dopo aver scoperto tutto questo abbiamo fatto una degustazione di due formaggi: la Boscatella del Trentino e la Spressa delle Giudicarie. 

Questa attività è stata molto interessante perché abbiamo scoperto l’origine di alcuni prodotti che mangiamo quotidianamente e che possiamo definire veramente “a km 0” perché prodotti nel nostro territorio. 

Scritto da Daniela e Luciana


Stampa  

News dalle scuole

Progetti della scuola

Ottobre 12, 2020

PON

in PON

by Alice Pisano

Il nostro Istituto ha partecipato all'avviso pubblico per la realizzazione del PON "Smart class" per…

Calendario impegni