Un'esperienza da non dimenticare

Nelle ore di venerdì pomeriggio non abbiamo studiato le solite cose in classe, ma siamo andati in mansarda a lavorare con la maestra Alice, che ci insegna matematica e scienze, con l’insegnante Stefania, che fa parte dell'associazione Cieffe (CF) e aiuta gli alunni di madrelingua non italiana. Abbiamo fatto un esercizio tranquillizzante cioè: ci siamo sdraiati su un foglio bello grande, che ognuno di noi aveva, poi abbiamo chiuso gli occhi, ci siamo rilassati e abbiamo lasciato andare il nostro corpo cercando di comunicare con esso.

Mentre eravamo sempre adagiati sul cartellone, la maestra ci ha detto di pensare a un momento bello che abbiamo vissuto e ha suggerito di metterci, più o meno, in una posizione che lo rappresentasse, nel frattempo le insegnanti usavano il pennarello per ripassare la sagoma del nostro corpo, poi abbiamo colorato all’interno del nostro “disegno”. La cosa che mi è piaciuta di più è stato spiegare ai miei compagni cosa rappresentasse il mio lavoro. Io, di solito, sono più brava a esprimere le mie emozioni scrivendo e meno parlando, ma con questa attività ho capito che riesco a relazionare di più con le mie amiche e a capirle meglio. Questa è una delle esperienze che non dimenticherò mai, soprattutto ringrazio le maestre Stefania e Alice per averci fatto capire che comunicare con gli altri, raccontare dei propri vissuti è una cosa veramente bella, che non tutti riescono a fare. In più ho scoperto che sono diventata molto brava a scrivere anche i racconti personali.

Ajlin, alunna della classe quinta, scuola primaria di Sarche.

Guardate alcune sagome dei nostri corpi. 

Clicca QUI per vedere altre foto.




Stampa  

News dalle scuole

Progetti della scuola

Ottobre 12, 2020

PON

in PON

by Alice Pisano

Il nostro Istituto ha partecipato all'avviso pubblico per la realizzazione del PON "Smart class" per…

Calendario impegni